Categorie

Agroalimentare

7 In Agroalimentare

Agroalimentare: alla scoperta del suo valore

Perché ci occupiamo di agroalimentare?

La generale sollecitudine per il settore agroalimentare ha spinto la nostra associazione a curare ed approfondire l’ampia area.

I giovani ritornano alla terra, le aziende affermate si innovano, i laureati in discipline agroalimentari crescono di anno in anno.

L’interesse crescente ed il progresso del settore necessita di maggiori competenze. A tal proposito, gli associati più interessati (neolaureati in economia e agraria, agricoltori, figli d’ imprenditori agricoli, commercianti) hanno rivolto maggiore attenzione ad alcune tematiche del settore.

Il settore agroalimentare è quello che più di tutti ha creato opportunità di lavoro sia autonomo mediante l’apertura di nuove aziende, anche grazie ai finanziamenti europei rivolti a giovani agricoltori al di sotto dei 40 anni, sia in dipendenza, soprattutto attraverso aziende medio-grandi che necessitano di giovani specializzati in tecnologie e marketing per rilanciare le stesse nel mercato.

A tal riguardo bisogna sottolineare che il nostro territorio eccelle nel mondo per vari aspetti ma, quello agroalimentare è, senza dubbio, il punto di forza per rilanciare l’economia. Oltre a manovre economiche studiate su misura per gli attori della filiera, per la quale politiche europee e nazionali possono (e dovrebbero) occuparsi, sono necessari le adeguate competenze sul settore.

Questo è il motivo per il quale i nostri associati organizzano diverse iniziative indirizzate alla conoscenza e all’approfondimento di prodotti di prima qualità, a marchio registrato (DOP, IGP..) e non, e all’agricoltura del territorio.

Che supporto possiamo dare al settore?

La produzione e il consumo degli alimenti sono parte di un insieme di relazioni, spesso informali, che costituiscono il tessuto della vita sociale comunitaria. Nel territorio, inoltre, l’agricoltura può essere integrata alle altre attività per la valorizzazione delle risorse locali in una strategia complessiva di sviluppo rurale.

La nostra associazione si propone come scopo quello di attivare una connessione tra università, imprenditori e giovani specializzati nei differenti settori quali: l’area commerciale, quella agronomica e quella agroalimentare. Come connettore utilizza la promozione del cibo sostenibile e di qualità, nonché salutare.

Cerchiamo, dunque, di costruire una rete territoriale per svolgere un’azione propulsiva verso il bene comune.

Con quali mezzi?

Sinergie è già scesa e continua a scendere in campo mediante l’organizzazione di conferenze volte ad affrontare le tematiche di settore; questo nel tentativo di creare altresì un legame ed un confronto tra i diversi attori delle filiere.

Promuovere e lanciare iniziative è stato e continua ad essere un altro obiettivo dell’associazione. Lo scopo di queste ultime è quello di incentivare il consumo di cibo a “chilometro zero”, riproporre prodotti sottovalutati e/o dimenticati: cavolfiore ‘Violetto di Sicilia’, olio extra-vergine d’oliva, ficodindia per fare solo qualche esempio. Gli strumenti finora utilizzati sono stati i mercatini biologici dell’agricoltore, sagre, degustazioni sensoriali, di cui parleremo in maniera dettagliata nei prossimi articoli.

La divulgazione scientifica è di fondamentale importanza per diffondere corrette informazioni. Sinergie, mediante l’organizzazione di convegni diretti e guidati da studiosi e da esperti del settore, ha cercato di fare del suo meglio. Quest’ultimo è un proposito che continua a porsi, aggiungendo inoltre la revisione ed eventuale pubblicazione di articoli, saggi, volumi che possano arricchire e delucidare in campo agroalimentare.